TRADWOC - Salvaguardia delle lotte tradizionali europee

TRADWOC - Salvaguardia delle lotte tradizionali europee


TRADWOC - TRADitional Wrestling Our Culture  

1 Gennaio 2017 - 30 Giugno 2018


Riepilogo progetto


Nell'Europa sud orientale la lotta rappresenta lo sport tradizionale più popolare. I diversi stili di lotta tradizionale rischiano di sparire in quanto la loro organizzazione e trasmissione sono basate su strutture isolate e reti informali.  Dalla nostra ricerca ed esperienza si evince come gli sport e i giochi tradizionali possano essere trasmessi con successo nella società moderna, solo se organizzati da istituzioni formali (federazioni e organizzazioni centrali) e se giocatori e promotori sono interconnessi in reti translocali e transnazionali. L’obiettivo del gruppo che si occupa del progetto è di incontrare i gruppi di riferimento coinvolti nelle lotte tradizionali in specifiche regioni del sud est europeo e motivarle a fondare organizzazioni regionali, nazionali o transregionali, per poi far parte dell’organizzazione transnazionale, a promuovere e salvaguardare la lotta tradizionale. Ciò incoraggerebbe i partecipanti locali a pensare a nuove forme di organizzazione e governance come club, collegamenti con istituzioni formative e culturali e partenariato con le federazioni presenti nell’Europa occidentale. Questo gruppo condividerà le idee e l’esperienza con gli altri gruppi per convincerli dei vantaggi dell’organizzazione basata su impostazioni formali e della partecipazione in reti transnazionali. Il team raggiungerà i vari gruppi a incontri e a laboratori durante un viaggio di 19 giorni attraverso l’Europa sud orientale. I rappresentanti dei gruppi di riferimento saranno invitati ai seminari, alla conferenza internazionale e alle esibizioni di lotta che si terranno durante il Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada a Verona.  Questi eventi aiuteranno i rappresentanti ospiti a gettare le fondamenta per strutture formali ed efficaci per attività congiunte. Verrà promossa anche la nozione di lotta tradizionale come cultura (patrimonio culturale immateriale). Il progetto sfrutterà i risultati ottenuti per creare un modello d’azione che potrà essere utilizzato nelle altre nazioni europee per gli sport e i giochi tradizionali. Gli esiti e le raccomandazioni politiche saranno presentate in un libro accessibile a tutti.
 
Il capo progetto è Associazione Giochi Antichi, gli altri patner sono Institut za etnologiya i folkloristika (Bulgaria), Federación Territorial de Lucha de Castilla y León (Spagna), Federatia Romana de Oina (Romania) e Association Europeénne des Jeux et Sports Traditionnels (Francia).
 

Attività e luoghi d’incontro
 
Attività 1. Primo incontro
Verona
Gennaio 2017
 
Un incontro iniziale di due giorni con il direttore, il direttore amministrativo, il coordinatore del progetto e tutti i membri di AGA è servito a pianificare le attività dei primi 6 mesi e assegnare le mansioni ai membri del team. È stata organizzata una videoconferenza con i membri non presenti.
 
 
Attività 2. Attività nell'Europa sud orientale
Europa sud orientale
Maggio 2017
 
Il responsabile e il coordinatore del progetto hanno compiuto un viaggio di 19 giorni nell’Europa sud orientale per incontrare i gruppi di riferimento locali e discutere assieme il programma; visitare due festival di lotta tradizionale; incontrare i gruppi di riferimento locali e i rappresentanti dei gruppi dei paesi vicini durante i Festival; organizzare due laboratori durante i Festival. Il primo Festival sarà a Costanza, in Romania. Per il weekend successivo è stato selezionato il Festival di lotta nella Bulgaria sudoccidentale (ai confini con Grecia, Macedonia e Serbia). Questo ha dato la possibilità ai rappresentanti dei gruppi di riferimento dei paesi vicini di partecipare agli incontri.

Consulta l'agenda delle attività svolte nelle tappe di questo viaggio a Constanta, Nigrita e Petritch.



Attività 3. Work Meeting 
Verona
Giugno 2017


A fine giugno si è tenuto a Verona un incontro di lavoro di 3 giorni. Il primo giorno, il Team Manager (TM), il Manager Amministrativo (AM), il Coordinatore del Progetto (PC) e tutti i membri di AGA si sono riuniti per valutare tutte le attività precedenti, analizzare i risultati ed elaborare un piano dettagliato per i successivi due mesi (fino a settembre).
Il secondo giorno si sono riuniti i leader delle tradizionali federazioni di wrestling provenienti dall'Europa occidentale. Uno degli scopi di questo incontro è stato quello di elaborare il quadro concettuale del seminario e della conferenza di Settembre.


Attività 4. Seminario
Verona
12-18 Settembre 2017 

I partecipanti sono arrivati martedì sera e ripartiti il lunedì mattina. I partecipanti sono stati tutti i partner del progetto (AGA, AEJeST, FLL - Spagna, FRO - Romania e IEFSEM - Bulgaria), i rappresentanti dei gruppi target nell'Europa sudorientale (Romania, Croazia, Serbia, Macedonia, Kosovo, Grecia e altri) e alcuni rappresentanti delle tradizionali federazioni di wrestling dell'Europa occidentale (Austria, Svizzera e Sardegna).

Il seminario si è svolto in quattro giorni e l'obiettivo principale è stato aiutare i gruppi target per:

Scambiare conoscenze tra le tradizionali federazioni di wrestling e le associazioni ombrello dell'Europa occidentale e gruppi target di SE Europa;
• Creare un quadro per l'istituzione di organizzazioni formali trasloco / transregionali nell'Europa meridionale e per la cooperazione con organizzazioni già consolidate nell'Europa occidentale;
• Promuovere la nozione di lotta tradizionale come elemento del patrimonio culturale immateriale;
• Programmare le esibizioni degli stili di lotta tradizionale esibiti da SE Europa al Festival internazionale dei giochi in Strada - Tocatì.

In merito a questa tappa del progetto si possono visualizzare i seguenti report, redatti da Petar Petrov, coordinatore del progetto.

report 1 
report 2 

E alcune foto delle dimostrazioni di lotta tradizionale avvenute al Festival Tocatì.


Attività 5. Conferenza Internazionale

La conferenza ha riassunto i risultati del seminario, della ricerca e degli incontri fatti. Gli esperti nell'organizzazione, gestione, salvaguardia e promozione di sport e giochi tradizionali sono stati invitati come oratori principali. Attingendo ai risultati e all'esperienza di tutte le precedenti attività, il team di progetto, insieme agli esperti e ai rappresentanti dei gruppi target, ha formulato linee guida da condividere per le azioni future. Un rapporto sulla conferenza (e anche sul seminario e le mostre) è stato preparato e inviato ai gruppi target.

Qui il programma della conferenza.


Sfoglia il libro nato dal progetto: Tradwoc_libro_pdf


Rassegna stampa: https://goo.gl/plb63N

Documenti, flyer e poster: 
https://goo.gl/plb63N



  The project is co-funded by Erasmus+ programme of the European Union